Grande partecipazione per l’apertura del nuovo anno di attività di “Gragnano cammina”, gruppo podistico attivo da alcuni mesi che organizza marce esplorative nei dintorni del paese della Valtrebbia.
“Teniamo molto a questo progetto – ha sottolineato il sindaco Patrizia Calza -: camminando insieme non solo ci si mantiene in forma ma si coltivano relazioni sociali, si fa amicizia, si conoscono persone nuove, si costruisce “comunità””.
Il primo cittadino, nel sottolineare la collaborazione dell’associazione Liberamind e di alcuni cittadini che si sono resi protagonisti e fatti “carico” degli impegni connessi, ha voluto ringraziare tutti i partecipanti e in particolar modo Antonello Ballarini, Emanuela Baldini, Matteo Provini e Claudia Razza.
Piera Reboli, direttore Ausl Distretto di Ponente, ha spiegato che è obiettivo della Regione Emilia Romagna implementare queste camminate in quanto attività che attivano il corpo e liberano la mente.

20160404_221315“L’Organizzazione Mondiale Sanità – ha aggiunto Giorgio Chiaranda, medico dello sport – considera le camminate un formidabile strumento di prevenzione. Quest’anno l’obiettivo regionale è di estenderle nel 60% dei Comuni del Distretto di Ponente”
Anche Mara Negrati, specialista in scienze dell’alimentazione e diabetologia, ha illustrato i benefici dell’attività fisica, “fondamentale per combattere malattie croniche e degenerative che sono in aumento. Molto utile in particolare la camminata “moderata”, circa 5 chilometri in un’ora”.
Matteo Provini ha raccontato l’esperienza del 2015 e la genesi del gruppo di cammino: in tutto sono stati percorsi 275 km e ideati 13 itinerari.
Prossimo appuntamento domenica 10 aprile, alle ore 16, con la “Camminata della Solidarietà“, durante la quale saranno raccolti fondi per finanziare l’acquisto di un defibrillatore da posizionare nelle scuole.
Le camminate ordinarie partiranno lunedì 11 e si svolgeranno alle 20,30 a giorni alterni. Quest’anno i partecipanti potranno usufruire di giubbotti catarifrangenti con simbolo Gragnano cammina, torce e kit di pronto soccorso donati da ASL.

20160404_213206

Marco